TRATTAMENTI

Cure e trattamenti post seduta

CURE E TRATTAMENTI

CURA DEL TATUAGGIO
  1. Togliere la pellicola dopo 4 ore
  2. Lava bene le mani prima di toccare il tatuaggio
  3. Procedi al lavaggio della zona con acqua tiepida e sapone con PH neutro
  4. Assicurati di aver tolto tutti i residui di sapone con il risciacquo
  5. Per asciugare tamponare con carta assorbente da cucina
  6. Applica un sottile strato di crema, non esagerare con le quantità! Troppa crema potrebbe ostruire i pori della pelle rallentandone la guarigione
  7. Esegui la procedura 3 volte al giorno per 10/15 giorni
  8. Per la prima settimana fare la doccia con sapone neutro
  9. Al termine della cura applicare la crema idratante una volta al giorno dopo la doccia
  10. Non staccare eventuali crosticine e pellicine! Cadranno da sole una volta che la pelle sarà cicatrizzata

RACCOMANDAZIONI

Seguire bene la cura data dall’operatore garantisce una buona guarigione del tatuaggio. E’ importante averne cura attraverso l’applicazione di creme idratanti e protezioni solari (100) sia per il mare che per piscine e spa.

OGNI SEDUTA PRESUPPONE UN RIPASSO INCLUSO NEL PREZZO.

Qualora l’operatore non sia il diretto responsabile della cattiva guarigione del tatuaggio, il ripasso non si considera incluso nel prezzo.

LA RESPONSABILITA’ DELL’OPERATORE COPRE UN TEMPO DI 48 ORE

CURA DEL PIERCING
  1. Lavare le mani prima di toccare il piercing
  2. Non usare disinfettanti a base alcolica per la cura e nessuna crema se non quelle consigliate dall’operatore
  3. Non usare cotton fioc e dischetti da trucco per pulire la ferita
  4. Disinfettare il piercing almeno 3 volte al giorno con lisoform o citrosil
  5. Tamponare la ferita con carta assorbente da cucina imbevuta nel disinfettante
  6. Non toccare mai il piercing con le mani sporche
  7. Durante la notte, per i primi 7 giorni, non dormire dal lato della parte interessata
  8. Per i primi 2 giorni, non giocare con il gioiello e non toccarlo per nessun motivo: la zona potrebbe irritarsi e provocare infezioni
  9. Tornare in studio per un controllo dopo i primi 5 giorni
  10. Sostituzione obbligatoria dopo 2 mesi

RACCOMANDAZIONI

Eseguire bene la cura data dall’operatore garantisce una buona guarigione del piercing.

LA RESPONSABILITA’ DELL’ OPERATORE COPRE SOLO LE PRIME 48 ORE POST SEDUTA.

Qualora non si rispettino le disposizioni date dal tuo piercer di fiducia si potrebbero correre rischi come gravi infezioni

CURA DEL PIERCING ORALE
  1. Lavare bene le mani
  2. Non usare/ingerire liquidi a base alcolica
  3. Disinfettare due volte al giorno per 15 giorni con risciacqui di 1 minuto con 20% di soluzione + 30% di acqua (non acqua di lavandino!)
  4. Se si tratta di Piercing “LABRET”, disinfettare anche il foro esterno con Lisoform
  5. Lavare i denti lentamente per evitare lo sfregamento dello spazzolino
  6. Per i primi 5 giorni non ingerire cibi bollenti! Tutto ciò che viene ingerito deve essere fresco e pulito!
  7. VIETATO FUMARE E ASSUMERE BEVANDE ALCOLICHE, almeno per le prime 48 ore post seduta !
  8. Non mettere le mani in bocca per toccare il gioiello, nel caso in cui fossero sporche potreste provocare gravi infezioni!
  9. Non superare il numero di disinfezioni consigliate dall’operatore, troppi risciacqui potrebbero provocare gravi irritazioni.
  10. Tornare in studio per un controllo dopo i primi 5 giorni.
  11. Sostituzione obbligatoria dopo 40 giorni

I PIERCING HANNO TEMPI DI GUARIGIONE MOLTO LUNGHI A SECONDA DELLA ZONA TRATTATA. PER QUESTO MOTIVO E’ IMPORTANTE SEGUIRE BENE LA CURA DATA DALL’OPERATORE.

LA RESPONSABILITA’ DEL PIERCER COPRE UN TEMPO DI 48 ORE POST SEDUTA .

PER QUALSIASI DUBBIO NON AGIRE MAI DA SOLO! CHIAMA SEMPRE IL TUO STUDIO DI RIFERIMENTO !

CURA DEL SURFACE
  1. Lavare bene le mani prima di toccare il piercing
  2. Non usare disinfettanti a base alcolica e nessuna crema se non quella consigliata dall’operatore.
  3. Non usare ovatta e dischetti da trucco per pulire la ferita
  4. Curare il piercing con crema antibiotica Gentalin Beta 2 volte al giorno per 10 giorni e poi 1 volta al giorno per altri 5 giorni
  5. Tenere il piercing coperto per le prime 48 ore con una garza sterile
  6. Se si trattasse di un microdermal, tenerlo coperto per 5 giorni. Lo proteggerete da eventuali urti
  7. In caso di allergia ad alcuni antibiotici non utilizzare Gentalin Beta, disinfetta la ferita con Citrosil o Lisoform 2 volte al giorno per 15 giorni
  8. Non giocare con il gioiello! Durante la cura muoverlo lentamente da sinistra a destra facendo penetrare bene la crema o il disinfettante all’interno della ferita.
  9. Per tutto il periodo della cura, fare la doccia con sapone neutro e non utilizzare cosmetici sulla ferita (compresi profumi)
  10. Tornare in studio per un controllo obbligatorio dopo la prima settimana.

Se ben curati, sia i Surface che i Microdermal non hanno bisogno di alcuna sostituzione.

E’ IMPORTANTISSIMO TENERE IL PIERCING SEMPRE PULITO PER EVITARE INFENZIONI.

Se si ha voglia di cambiare il gioiello, recarsi sempre dal Piercer per la prima sostituzione. I Piercing hanno tempi di guarigione molto lunghi a seconda della zona trattata. Per questo motivo è importante seguire bene la cura data dall’operatore.

LA RESPONSABILITA’ DEL PIERCER COPRE UN TEMPO DI 48 ORE POST SEDUTA

PER QUALSIASI DUBBIO NON AGIRE MAI DA SOLO ! CHIAMA SEMPRE IL TUO STUDIO DI RIFERIMENTO

FAQ FREQUENTI

SONO MINORENNE, COSA POSSO FARE?
Prima dei 16 anni il corpo potrebbe sviluppare vari tipi di allergie e quindi non sappiamo se potrebbe risultare troppo invasivo visto la precoce età, perciò per i ragazzi inferiori a 16 anni il tatuaggio è assolutamente vietato. I ragazzi che hanno raggiunto i 16 anni di età devono avere il consenso firmato dai genitori.

I piercing che eseguiamo ai ragazzi di età pari a 16 anni sono lobe, helix, nostril e upper lobe. Ai ragazzi inferiori di 14 anni non effettuiamo piercing.

SONO ALLERGICO AL NICHEL, POSSO TATUARMI?
Dipende da quanto si è allergici a questa sostanza. Se l’allergia è minima puoi tatuarti però si consiglia solo tattoo neri perché nell’inchiostro nero, rispetto a quelli colorati, la quantità di nichel è inferiore. Se l’allergia è troppo invasiva l’operatore preferisce non prendersi la responsabilità, quindi non effettua il tatuaggio.

Per quanto riguarda i piercing il discorso è differente, perché viene applicato titanio, un materiale biocompatibile, quindi possono essere effettuati.

PUÒ VENIRMI UN'INFEZIONE?
Per l’esecuzione ci avvaliamo di materiali e attrezzature sterilizzate, gli inchiostri sono certificati UE e prodotti in Italia, quindi durante la seduta vengono prese tutte le precauzioni necessarie per far si che il cliente e l’operatore non corrano alcun rischio. Ovviamente è bene seguire le cure e i trattamenti dati dall’operatore per non imbattersi in qualche brutta infezione.
DOPO QUANTO TEMPO DEVO RIPASSARE IL TATTOO?
Dipende dalla pelle del soggetto e da come viene curato durante gli anni. Se viene idratato aiuti la pelle a non rigettare inchiostro quindi il tatuaggio avrà una durata maggiore.

Il tattoo dura negli anni, ma passati circa 15/20 anni va ripassato perché l’intensità del colore tende a sbiadire, essendo un corpo estraneo la pelle tenterà di rigettarlo.

QUANTO RENDONO I TATUAGGI COLORATI?
Dipende dal tipo di pelle, a chi ha la pelle scura il tattoo risulterà meno vivido rispetto a chi ha la pelle più chiara, sui quali il colore sarà visivamente più brillante. Quindi l’operatore consiglierà il colore adatto in base al tipo di pelle.
PIERCING E TATTOO FANNO MALE?
Dipende dal livello di sopportazione che l’individuo ha del dolore, dalla psicologia del cliente, se è rilassato o no. Piercing e tatuaggi non sono procedure invasive, il dolore è soggettivo ma sicuramente sopportabile. Ovviamente si consiglia di presentarsi alla seduta lucidi e vigili, l’uso di alcool e droghe è assolutamente sconsigliato perché queste sostanze sono vasodilatatori.